Diario di un Prof


La scuola ci ha reso veri amici - Marco Pappalardo

21-03-2015 Sono passati 25 anni da quando ho iniziato il percorso di studi liceali, 20 dal diploma di maturità, cioè una di quelle ricorrenze che si festeggiano organizzando qualcosa con gli ex compagni di classe e magari qualche professore. Venticinque o vent'anni che si celebrano spolverando vecchie fotografie e facendo memoria di aneddoti pronti da usare.

Leggi tutto...
 
A scuola l'attualità ci interpella quanto il passato

26-02-2015 Mentre i programmi scolastici incalzano studenti e docenti, le notizie di cronaca ci investono e a volte sembra che ci attraversino come fantasmi: ci fanno paura al presunto impatto ma immediatamente dopo è tutto come prima. Bisogna correre in classe, non c’è tempo, troppe vacanze e scioperi!

Leggi tutto...
 
«Che male c’è?», «che ho fatto di male?»

26-02-2015 «Che male c’è?», «che ho fatto di male?» sono frasi che ordinariamente ci sentiamo dire come educatori, insegnanti, genitori e magari qualche volta diciamo pure noi. Arrivano sempre puntuali dopo un’azione o una parola sbagliata, spesso sostenute da rabbia, grida, facce scure, musi lunghi. Le ascoltiamo dai bambini, dai ragazzi, dai giovani e, per ciascuna età, ci sono una consapevolezza e responsabilità di diverso livello.

Leggi tutto...
 
Una lezione di vita tra rose e dolci

18-12-2014 Prof, oggi dobbiamo affrontare un problema». «Uno solo?», rispondo io. «Sì, ma è importante», affermano quasi coralmente gli studenti. È il momento in cui devi distinguere in pochi minuti se la classe non ha voglia di fare lezione oppure è proprio una questione da non rimandare.

Leggi tutto...
 
La musica unisce studenti, genitori e docenti

04-12-2014 Un grande educatore di nome Don Bosco diceva: «Amate ciò che amano i giovani così essi ameranno ciò che amate voi». Questa massima può essere facilmente applicata alla musica, visto che è una passione che da adulti non si perde anzi persino si affina. Certo non è sempre facile apprezzare le novità musicali, soprattutto quelle che assordano i nostri orecchi e sembrano rumori, però uno sforzo per il fine dell'educazione si può fare qualche volta, almeno per provare a capire ed avvicinarsi un po'.

Leggi tutto...
 
Scuola e famiglia: insieme alla ricerca del bene più grande

27-11-2014 Lo scrittore Alessandro D'Avenia, in un suo articolo di qualche tempo fa, ha definito il rapporto tra studenti, famiglia e docenti "un triangolo amoroso che può salvare la scuola". Di solito i mass media, in questo ambito, riportano solamente notizie sconcertanti come il genitore che picchia il professore, quasi mai vengono fuori notizie di percorsi positivi e costruttivi di collaborazione.

Leggi tutto...
 
Quando gli ex-allievi ci riempiono il cuore!

24-11-2014 Le buone notizie a scuola non ci arrivano mai dal governo o dalle leggi, ma le riceviamo  dalle relazioni quotidiane con gli alunni e con gli ex alunni, oltre che dal confronto con le famiglie e i colleghi a cui dedicheremo altre pagine di questo diario. Nonostante la prima affermazione lasci l'amaro in bocca, la seconda riempie il cuore e ci fa dire che ne vale la pena!

Leggi tutto...
 
Diario di un prof: Quei "giovani favolosi" dei nostri studenti

12-11-2014 Con un gruppo di studenti e di colleghi qualche giorno fa abbiamo visto di pomeriggio "Il giovane favoloso" e subito dopo siamo andati insieme a mangiare un panino. La visione del film è stata l'occasione per centrare l'attenzione su Giacomo Leopardi, far porre qualche domanda culturale, stimolare la voglia di approfondire.

Leggi tutto...
 
Sul Nobel per la Pace ad un'adolescente e sulla violenza gratuita di tre giovani

16-10-2014 Nella nostra scuola, inserito nell'orario, ogni giorno c'è un tempo dedicato al confronto con gli studenti, per classe o interclasse, in cui si affrontano temi di attualità o formativi; gli ex-allievi spesso ricordano quei venti minuti tra le attività più belle vissute nel quinquennio, un vero "buongiorno" per affrontare al meglio la giornata.

Leggi tutto...
 
Diario di un prof: L'entusiasmo al primo giorno di università

11-10-2014 Li chiamano matricole per una vecchia usanza, però non sono solo numeri di un elenco o in un libretto; li chiamano matricole, a volte quasi in modo ironico o sprezzante, eppure in loro c'è il Dottore di domani! «Finalmente domani si comincia!». Questa frase la si legge in molti post sui social network in queste ore e non è certo riferita alla scuola, non solo poiché è già iniziata da un po', ma anche perché di solito tutto questo entusiasmo per l'apertura dell'anno scolastico non c'è.

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 3